seduta kinesiologia - Istituto di kinesiologia specializzata e naturopatia per terapie naturali

Vai ai contenuti

Menu principale:

seduta kinesiologia

L'applicazione iniziale del metodo è sempre molto simile indipendentemente dal problema del cliente.

Dopo che il cliente ha esposto dove si manifestano i suoi squilibri (problemi vari, ragione per la quale vuol farsi riequilibrare, dolori, trattamenti in atto od effettuati ed altre informazioni) si procede con una valutazione posturale specialmente se il problema è di origine articolare o muscolare.


L’obiettivo della seduta


Questa fase è di assoluta importanza perché sposta l’attenzione dal disturbo al potenziale (es: disturbo = mal di schiena, obiettivo = maggiore flessibilità) e convoglia tutta l’energia trattenuta nel disturbo verso uno stato di salute che si esprime nell’obiettivo. Il lavoro, quindi, non è più basato sulla patologia, bensì sul ripristino dell'equilibrio energetico sostenendo il cliente nell'ottenere ciò che veramente vuole nella fase presente della sua vita.
Il corpo umano comprende molto bene la salute, che è il suo “campo base” per la sua naturale attività e molto male la malattia alla quale non si adatta mai e che esprime con dolore e sofferenza.


Il test di base


La seguente fase è composta da test di base, che sono uguali per tutti, e da un mini bilanciamento che ci permetterà di effettuare delle rilevazioni e delle correzioni più precise nelle fasi successive. A partire da questa fase tutto viene effettuato con l’uso del test muscolare come metodo primario d'indagine e di trattamento.

Valutazione dello stato energetico del cliente


La terza fase consiste in tests preliminari per valutare lo stato energetico del cliente. Possono venire controllati i livelli di coordinazione a livello degli occhi, delle orecchie e di movimenti di tutto il corpo, le condizioni emotive (ci sono molti test per quest’area), gli stress alimentari e le sensibilità ambientali, le congestioni linfatiche, i punti dei riflessi endocrini ed organici, possibili inibizioni articolari, con particolare attenzione alla spina dorsale, lo stato dei muscoli, e parecchi altri tests, che per la loro tecnicità non riteniamo necessario elencare. Non viene comunque eseguita una diagnosi di tipo medico. La valutazione dello stato generale viene fatta secondo i parametri kinesiologici. Data la velocità di valutazione della metodica , la fase spiegata sopra dura 25-30 minuti,

Fase del bilanciamento


Si passa quindi alla fase del bilanciamento. Attraverso un sistema di priorità molto preciso, si valuta se si deve intervenire prima sull'area strutturale (muscoli, ossa, legamenti ecc), nutrizionale (consapevolezza ed informazione sull’alimentazione e sugli integratori alimentari, riflessi organici o linfatici ecc.), emotiva (tecniche di alleviamento dello stress) o elettromagnetica (meridiani della medicina cinese, punti di agopressione, altri riflessi energetici).

In ogni caso i kinesiologi diplomati presso Iksen valutano per ogni singola fase del protocollo di lavoro e dell’applicazione delle tecniche di riequilibrio, la sintonia e la partecipazione fisica, emotiva e mentale del cliente. Ciò aumenta eccezionalmente la possibilità di ottenere risultati duraturi e costanti.

Maurizio Piva testa delle affermazioni

Le correzioni


Sarà il test muscolare ad indicarci l’ordine e l’importanza di applicazione delle correzioni. Può quindi succedere di lavorare su un dolore di schiena principalmente con tecniche emotive, su un' intolleranza alimentare massaggiando vari punti sul corpo, o su un problema emotivo trattando manualmente i meridiani dell'agopuntura.
Spesso per riportare un equilibrio energetico è necessario utilizzare tecniche dalle varie aree (emotiva, mentale, strutturale, nutrizionale, elettromagnetica), e si passa con grande facilità dall'una all'altra. Si utilizzano moltissime metodiche, il cui tempo di applicazione può variare dai 5-7 minuti ad un'intera seduta. La seduta iniziale può durare più di un’ora, mentre il tempo per le sedute successive può essere ridotto.
I trattamenti sono generalmente settimanali o bisettimanali nei casi più acuti. Dopo i primi quattro o cinque trattamenti, se fosse ancora necessario, si può passare ad un incontro ogni due settimane. Nei casi più acuti (es. "il colpo della strega") si vede la persona per due o tre giorni di seguito (se necessario) per poi diradare i trattamenti e concludere.



Il numero dei bilanciamenti varia a seconda del caso. I controlli e la prevenzione


Alla fine di un certo numero di sedute si ripetono i tests preliminari per ricontrollare lo stato generale della persona. Generalmente si notano dei netti miglioramenti.
Si rivede il cliente dopo alcuni mesi per verificare se le correzioni si sono mantenute e se c’è ancora qualcosa da fare. Si suggerisce quindi al cliente di partecipare ad un corso base di Touch for Health o ad una serie di sedute di Educazione kinesiologica, dove vengono insegnate delle ottime tecniche di mantenimento e di prevenzione.


 
 info@iksen.it
Torna ai contenuti | Torna al menu